Elaisian presenta i benefici della sua tecnologia nell'oliveto in Spagna

Elaisian, azienda di agricoltura 4.0 che ha creato un sistema di supporto alle decisioni per prevenire le malattie negli uliveti e nei vigneti, ha organizzato venerdì 10 settembre una giornata dell'innovazione presso Balam - Polo per l'innovazione agricola rurale.


L'obiettivo era quello di condividere con il settore olivicolo spagnolo tutti i risultati ottenuti da Elaisian da aprile 2019 ad oggi, nei due anni di operatività del servizio. Oggi conta più di 2.800 ettari di oliveti e vigneti controllati dal sistema. Francisco Gálvez, CMO di Balam Agriculture, ha inaugurato la conferenza che è stata diretta e presentata da Dario Russo, Direttore di Elaisian Spagna.

Durante il suo intervento, Giovanni Di Mambro, co-fondatore di Elaisian, ha annunciato non solo gli importanti risultati di Elaisian, ma anche il lancio di una nuova coltura, il mandorlo, che da settembre 2021 beneficerà del sistema di supporto alle decisioni messo a punto da Elaisian su 2 malattie (Corineo, Monilia) e 1 peste (Empoasca). Successivamente, Maria ha parlato della sua importante esperienza sul campo e di come la tecnologia Elaisian possa essere perfettamente integrata con il suo lavoro, aiutando lei e tutti gli agronomi in generale ad avere un significativo supporto di tracciamento digitale, sia per stazioni meteorologiche, avvisi di malattie o tracciamento satellitare. L'intervista a tre tra il CEO di Grupo Editorial Mercacei, Juan A. Peñamil; il consulente strategico Juan Vilar; e il direttore dell'Associazione Spagnola dei Comuni El Olivo (AEMO), José María Penco, è stato un momento molto interessante, tecnico e divertente. Hanno parlato delle cifre del settore olivicolo dal punto di vista economico, dell'importanza della qualità ma soprattutto del marketing e della comunicazione che bisogna fare per educare il consumatore finale.

Successivamente, Luis Miguel Martínez, di Aceite Octobris (Canyada, Alicante) in spagnolo e Paolo Boeri, di Olio Roi (Badalucco, Imperia, Italia) in italiano, hanno condiviso la storia delle loro aziende familiari e le loro esperienze di successo con il servizio Elaisian.


Rosa Gallardo, direttrice della Scuola Tecnica Superiore di Ingegneria Agraria e Forestale dell'Università di Córdoba (ETSIAM), ha espresso la sua soddisfazione per la partecipazione a eventi di questo tipo. ETSIAM ha sempre accompagnato cambiamenti e miglioramenti nel settore dell'olio d'oliva e continuerà a farlo. Sottolineando l'importanza fondamentale della PAC per continuare a sostenere e innovare il settore olivicolo. Maxi ha chiuso la giornata, con la degustazione dell'olio, che ha realizzato 4 diversi tipi di EVOO mescolando e dando 4 diversi profili sensoriali. Per la sua elaborazione sono stati degustati campioni di 20 oli di clienti Elaisian che hanno aderito all'evento (gli oli provenivano da oliveti controllati con il DSS di Elaisian). Il messaggio di come la tecnologia ha un forte impatto anche sulla qualità del prodotto finale.

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti